Perché viene elogiato chi sapore non ha. Scordatevi che io cambi la mia essenza.



martedì 29 settembre 2009

Riflessioni al tramonto.

"Resto sdraiato ancora un po’ tra la sabbia del tempo che
scandisce i miei giorni sempre più vuoti senza il tuo soffio vitale,
mentre all’orizzonte scoppi di tempesta annunciano la fine di questa
cupa giornata dove i miei pensieri hanno oltrepassato i cancelli del mio divenire.

Leggiadra nell’aria si diffonde l’odore inebriante di pane caldo, e mi fa
tornare indietro nel tempo, nel mio tempo della gioia, anche se per un
effimero momento, interrotto dall’ultima ventata gelida che mi perfora.

Il sole affoga nella calma acqua autunnale mentre annoiate barche si avvicendano
alla riva battuta dall’ultimo scroscio d’acqua prima della marea serale, dove la luna
attrarrà anche le mie adorate acque.

Ed eccola, sontuosa e brillante, sembra quasi un pianeta pulsante di vita,
quando invece è solo l’ennesima illusione dell’uomo di scappare, mi ricorda
troppo quei giorni in cui forse anche io ho avuto un perché.

Le acque si ritraggono per la marea ed il mio spirito con loro, a lungo ho atteso
la soluzione ed adesso non trovo la forza di capirla per sciogliere tutti questi nodi
che tengono ferma la corda che mi aspetta al patibolo.
Di fronte a me, un tappeto di raso rosso."


Scritto da Mattia,il ragazzo che mi regala forti emozioni e che mi vizia da quasi 5 mesi...ti amo!<3

2 commenti:

  1. di certo non avevi bisogno di una poesia per sapere che ti amo..
    almeno ho cercato di fartelo capire in queste quattro criptiche righe..
    sei la mia vita..

    RispondiElimina
  2. E tu sei la mia...ti amo amore...!

    RispondiElimina

morte della perfezione

morte della perfezione

finestra sul mondo

finestra sul mondo